Diario di viaggio gennaio 2019

Diario di Bordo della Missione svoltasi dal 21 al 28 gennaio 2019 in Burkina Faso

Martedì 22 gennaio 2019:

Visita a Silmissin - Progetto “Complesso Scolastico di Silmissin 2 (Lycée)”

Abbiamo effettuato un sopralluogo per verificare lo stato avanzamento lavori del “Complesso Scolastico di Silmissin 2”.

I lavori del “lycée” proseguono e sono a buon punto, benché indietro rispetto al programma. L’imprenditore assicura che i lavori saranno terminati nel giro di due mesi (fine marzo).

I ritardi sono principalmente dovuti alla lentezza da parte delle banche nell’accreditare i versamenti effettuati in base allo stato avanzamento lavori concordato. Si è dovuto utilizzare una parte dei fondi per l'esecuzione di lavori sulla linea elettrica che non erano stati preventivamente budgettati e si è dovuto scavare un pozzo per avere la disponibilità di acqua per la preparazione dei mattoni.

Il pozzo è stato realizzato tramite intervento pubblico su richiesta alla municipalità di Komsilga da parte dell'associazione A.C.D.I., nostra partner nel progetto.

I lavori visionati comprendono:

  • Fondamenta a 2 metri di profondità, pavimento del piano terreno comprendente un cortiletto/giardino centrale attorno al quale vi saranno un’arcata con l’ingresso alle aule e l’ufficio ( a sinistra tre aule e a destra due aule più l’ufficio).
  • Pilastri portanti per la soletta e suddivisione locali.
  • Montagna di mattoni (pesanti e robusti, di prima scelta) costruiti in loco già pronti per essere utilizzati.

Visita a Silmissin 1

Siamo arrivati alla scuola senza preavviso all’ora di pranzo e abbiamo avuto modo di “testare” di persona il funzionamento del servizio mensa. Il cibo, preparato da una mamma del comitato dei genitori, consiste in un piatto unico a base di riso, legumi ed è servito in contenitori portati dagli allievi i quali, dopo avere consumato il pasto in classe, si avviano al pozzo per lavare i contenitori stessi, le mani, e a bere facendo poi un poco di “ricreazione “ in cortile. Il cortile è reso sicuro dalla recinzione all’interno della quale si trovano i servizi, il pozzo stesso e il cosiddetto orto scolastico che è coltivato stagionalmente per provvedere a parte del cibo necessario alla mensa.

La scuola funziona bene ed è frequentata da 350 allievi su sei classi.

Gli insegnanti sono al completo e il direttore è sempre lo stesso di due anni fa.

Gli ambienti sono tenuti abbastanza in ordine e le parti comuni sono in buone condizioni.

Mercoledì 23 gennaio 2019

Mattina: Ci siamo recati in tipografia per ordinare una fornitura di 700 quaderni e altrettante Bic (rosse e nere) per i bambini di Silmissin.

Pomeriggio: Visita alla scuola di Baoghin II per organizzare la consegna dei lavori di restauro della scuola stessa. Siamo stati ricevuti dal “Colonnello Maggiore B. Richard PAGODTOGO, ing.” in rappresentanza del Mogho Naaba Baongho e dall’imprenditore che ha eseguito i lavori. Purtroppo la realizzazione della targa (provvisoria) della dedica della scuola al compianto P.I.D. GIOVANNI RIGONI non era pronta e abbiamo fissato un nuovo appuntamento per la mattina successiva. Il colonnello ci ha invitato a visitare la scuola e abbiamo avuto la possibilità di visitare una classe (una sesta) affrontando con il docente e gli allievi stessi, le problematiche della scuola in BF.

 

 

 

Giovedì 24 gennaio 2019:

Nel percorso da Ouaga alla scuola di Baoghin II siamo rimasti imbottigliati in mezzo ad un corteo di studenti delle scuole superiori, che manifestavano in favore dei loro insegnanti, affinché siano aumentati di numero e affinché il governo venga incontro alle loro esigenze culturali ed economiche.

Anche il Colonnello è stato bloccato dal corteo e così abbiamo avuto tempo per un colloquio con il direttore della scuola che ci ha illustrato le difficoltà che deve affrontare il governo per fare decollare il progetto dell’istruzione nazionale, in quanto mancano non solo gli insegnanti, ma anche le strutture e le attrezzature didattiche. C’è la necessità di utilizzare i PC ma la programmazione economica non dispone di mezzi adeguati per fornirli. Anche in questa scuola, come del resto in molte altre mancano i banchi per gli studenti e, per fortuna, ci sono associazioni come la nostra (leggi LIONS) che costruiscono e approntano edifici scolastici nei quali operare.

Il direttore e il rappresentante del Mogho Naaba stesso ci hanno ancora ringraziato…. chiedendo quando torniamo ad occuparci di loro e delle scuole che avrebbero necessità di avere.

Ad attenderci fuori dalla direzione, per le fotografie di rito, i bambini delle classi iniziali e le loro maestre. Dopo questo breve incontro non ci è rimasto che salutare tutti con un …” a bientot” programmando con il Colonnello un incontro “avec Sa Majeste’“ per il giorno 26 Gennaio alle ore 10 e 30.

 

Ci siamo quindi recati negli uffici ministeriali per esaminare la situazione, poiché in questi giorni vi è una più che palpabile attesa per la nomina dei ministri del nuovo governo. Siamo comunque riusciti ad essere ricevuti dal Capo di Gabinetto del Ministero della Gioventù presso il quale opera il nostro JVO come segretario esecutivo del I.J.A.CO.D. (Initiatives des Journalistes Africains pour la Cooperation et le Dévéloppement). L’incontro è stato molto informale e amichevole per mancanza di tempo del funzionario, in quanto impegnato in frenetiche riunioni istituzionali per la formazione del nuovo governo.

 

 

Venerdi 25 Gennaio 2019

Seconda visita a Silmissin 1 per consegnare il materiale didattico acquistato. Incontro con insegnanti e alunni e presentazione da parte del direttore del “cahier de doleances” dal quale si evince che, oltre al restauro della facciata (comprese sei finestre da riparare) e la costruzione della cucina, necessitano le lastre dei pannelli solari perché sono state rubate. Infine sarebbe bene avere due paillottes per potere tenere lezioni all’aperto nei mesi caldi.

Inoltre è stato evidenziato che, per il pasto dei bambini, non sempre l’approvvigionamento governativo è sufficiente.

Approssimativamente nell’anno scolastico si usano:

  • 30 bidoni di olio da 30 kg
  • 100 sacchi da 50 kg di fagioli
  • 100 sacchi da 50 kg di riso

Per una spesa approssimativa di circa 13.000 euro annui

Ci si riferisce ad un totale di 400 alunni (vale a dire 32 euro all'anno per alunno).

Nel pomeriggio si è tenuta una riunione operativa con i partner per definire la parte burocratica ed economica del progetto del “Complesso Scolastico di Silmissin”. L'imprenditore assicura nuovamente che nell’arco dei prossimi due mesi i lavori saranno portati a termine.

Riceviamo fattura completa della COSEM per il lavoro di collegamento alla rete elettrica della scuola, mentre l’associazione A.C.D.I. garantisce che i denari versati per l’intero progetto dell’elettricità da parte dell’’imprenditore saranno saldati fuori progetto con un accordo tra la ONLUS e l’associazione. Nella programmazione della seconda tranche dei lavori non comparirà più la voce elettricità e questa cifra verrà considerata come acconto da parte della ONLUS per tale tranche.

 

Sabato 26 Gennaio 2019

Mattinata dedicata alla visita ufficiale al Mogho Naaba. Da parte nostra visita di cortesia, da parte Sua (e del suo rappresentante, il Colonnello) udienza privata (dopo lunga coda per le udienze pubbliche). In questa occasione abbiamo ricevuto ringraziamenti per quello che è stato fatto (Scuola di Baoghin II) , ringraziamenti per la visita e complimenti per essere andati nuovamente in Burkina. Fotografie di rito e saluti a tutti, (in particolare alla nostra Past Presidente Gabriella Gastaldi, che aveva avuto occasione di conoscere il Mogho Naaba nelle precedenti visite e cerimonie).

Nel pomeriggio scambio di impressioni e di esperienze con un gruppo francese affiliato al Club Lions Tours Rives du Cher che opera in un gruppo di villaggi del dipartimento di Béréba a NE di Bobo.

In seguito siamo andati a visitare la Maison d’Hotes “Chez Giuliana”, non lontana dall’aeroporto, gestita da una signora italiana (Giuliana Dacasto) da venti anni a Ouaga dove si è trasferita da Alba. Tale struttura, caratteristica e molto funzionale, dispone di una quindicina di camere ed è frequentata da imprenditori e cooperanti provenienti prevalentemente dall’Italia e dalla commissione europea. Ci era stata segnalata dall'Associazione Seniores e potrebbe essere presa in considerazione per eventuali lunghi soggiorni.

Domenica 27 Gennaio 2019

Preparativi per il rientro in Italia.

Nel pomeriggio visita di cortesia al Ministro della Gioventù, S.OUADREOGO (ministero presso il quale JVO lavora come addetto stampa per i contatti con i giornalisti locali e stranieri). Il Ministro ci ha accolto con viva cordialità, ci ha ringraziato moltissimo per il nostro operato e per esserci recati personalmente in Burkina Faso in questo periodo non particolarmente tranquillo, in quanto, specialmente nella zona Nord, vi sono casi di infiltrazioni di terrorismo islamico provenienti dal Mali e dal Niger. Ci ha comunque assicurato che il Governo si sta adoperando per tenere sotto controllo la situazione e poter così garantire la sicurezza ai cooperanti e alle loro strutture.

Alle 20 e 30 JVO ci ha accompagnati all’aeroporto e alle 23 e 45 il volo AF è decollato puntuale per Parigi.

I partecipanti

Giovanni Peroni

Presidente Onlus e Socio del L.C. Torino Superga

 

Anna Maria Arduino

Socio Onlus